+39 345.4466490 info@puertomexico.it

cucina messicana

IMG_0831

Posted in Notizie ed Eventi, on 5 gennaio 2016, by , 0 Comments

“Una piacevole sorpresa”

Recensione scritta da fabriziocapri
Cercavamo un messicano nei pressi di viale Marconi e ci siamo imbattuti in questo locale che non conoscevo affatto. Interno molto carino e curato, in particolare la pavimentazione multicolore è bellissima. Piatti per tutti i gusti con Portate “MIX” per 2 persone che consentono di assaggiare un po di tutto (consigliati). Birre non il massimo ma la tequila pareggia i conti. Prezzi nella media, servizio buono e anche abbastanza veloce (nonostante il locale fosse pieno). Non escludo di tornarci nuovamente, esperienza culinaria del centro-america positiva!

“ottimo per una serata diversa”

Recensione scritta da sererre
Sono stata a cena con un gruppo di amici. Locale davvero delizioso dal punto di vista estetico, personale gentilissimo ed educato, mai invadente e disponibile. Il menù riporta l’indice di piccantezza dei vari piatti, per aiutare il cliente nella scelta. Abbiamo provato un po’ di tutto, dato che era la prima visita in questo ristorante e siamo rimasti, nel complesso, soddisfatti. Ottimo rapporto qualità prezzo. Unica nota dolente: non ci sono piaciuti i nachos clasicos, che sembravano un po’ vecchi e resi un po’ troppo molli dalla salsa. Nonostante questo, torneremo sicuramente!

“il “messicano definitivo””

Recensione scritta da M4fD
Adoro la cucina messicana, e Puerto Mexico soddisfa a pieno per la varietà del menù, per il Margarita strepitoso e per la vasta scelta di piatti vegetariani (veramente difficile, in un ristorante messicano). è diventato il ristorante messicano di riferimento a Roma.

“Ottimo ristorante messicano!!”

Recensione scritta da walter232
Io e la mia ragazza abbiamo cenato in questo ristorante per la prima volta stasera e siamo rimasti piacevolmente colpiti.Location versmente moolto carina! Il cibo è molto buono, con tortillas e nachos fatti in casa, porzioni abbondanti e personale davvero gentile, simpatico e disponibile. Prezzi nella media e comunqie giusti vosta la qualita e la quantita del cibo servito. Consigliatissimo! Torneremo siciramente Ps: il bagno è veramente bello! Walter&Lucrezia
Recensione: tripadvisor
Leggi tutto
  • IMG_0089
  • FullSizeRender-1

Posted in Notizie ed Eventi, on 14 dicembre 2015, by , 0 Comments

Cari Amici del blog! è arrivata anche da noi la “piñata” .. ma che cosa è? e cosa rappresenta? 

L’origine della piñata

Secondo un’ipotesi diffusa sarebbero stati i cinesi i primi a usare qualcosa di simile allapiñata durante la celebrazione del loro capodanno, che coincideva con l’inizio della primavera. Facevano statuette a forma di mucca, bue e bufalo, le rivestivano di carta colorata, le riempivano di cinque tipi di semi e le spaccavano con dei bastoni colorati. La carta ornamentale che le ricopriva veniva bruciata e la cenere raccolta e conservata come simbolo di buona fortuna per l’anno successivo.

Si pensa che nel XIII secolo il viaggiatore veneziano Marco Polo abbia portato queste statuette in Italia dalla Cina. Qui furono chiamate “pignatte”, e anziché di semi venivano riempite di ninnoli, gioielli o dolciumi. Questa usanza si diffuse successivamente in Spagna. Divenne una consuetudine rompere la piñata la prima domenica di Quaresima. Sembra che all’inizio del XVI secolo dei missionari spagnoli portarono la piñata in Messico.

I missionari, però, si saranno stupiti, come del resto ci siamo stupiti noi, di scoprire che la popolazione indigena del Messico aveva già una usanza simile. Gli aztechi celebravano la nascita di Huitzilopochtli, dio del sole e della guerra, mettendo nel suo tempio una pignatta di terracotta in cima a un palo alla fine dell’anno. La pignatta veniva abbellita con piume colorate e riempita di piccoli tesori. Quindi veniva rotta con un bastone e i tesori che cadevano a terra diventavano un’offerta all’immagine della divinità. Anche i maya facevano un gioco in cui i partecipanti bendati dovevano colpire una pignatta di terracotta sospesa a una corda.

I missionari spagnoli, come parte della loro strategia per convertire gli indios, si servirono ingegnosamente della piñata per rappresentare, fra le altre cose, la lotta cristiana per sconfiggere il Diavolo e il peccato. La piñata tradizionale era un vaso di terracotta rivestito di carta colorata che aveva la forma di una stella a sette punte. Queste punte dovevano rappresentare i sette peccati capitali: superbia, avarizia, lussuria, ira, invidia, gola e accidia. Rompere la piñata mentre si era bendati rappresentava la vittoria della fede cieca e della forza di volontà sulla tentazione e sul male. I dolciumi all’interno della piñata erano la ricompensa.

Vieni da Puerto Mexico a vedere dal vivo una piñata originale e a bere un bel Margarita!!!!

Leggi tutto
  • menù-11-DICEMBRE-2015-web2
  • menù-11-DICEMBRE-2015-web3
  • menù-11-DICEMBRE-2015-web
  • ristorante-messicano-puerto-mexico

Posted in Notizie ed Eventi, on 3 dicembre 2015, by , 0 Comments

Cucina Messicana firmata Ivonne Mercado & il suo staff ci regalerà venerdì 11 dalle 20:00 un menù degustazione di vera e pura passione. Il ristorante messicano Puerto Mexico, dopo il grande successo della serata del 20 novembre ripropone la stessa formula con tanto di Mariachi.

Riportiamo la nostra proposta di cucina messicana: 

 

COCKTAIL DI BENVENUTO: Margarita Nachos & Salsa

ANTIPASTI:

chalupas (barchette di mais ripieni con faggioli, patate e chorizo “ salame messicano”) con salsa di pomodoro alla messicana con un tocco finale di formaggio fresco gratuggiato.

tostadas (scialde di mais fritte ripieni di faggioli, lattuga, pomodoro e panna acida)

glorias panini al olio “bottoncini” glazati ripieni di “tinga”(pollo in salsa di pomodoro e peperoncino affumicato chipotle!)

flautas (tortillas di mais arrotolate ripieni di carne, servite con lattuga, panna acida e formaggio)

PLATO FUERTE:

lomo de cerdo en naranja agria (maiale marinato con l’arancio amaro e varie spezie al forno)

enchildas de pollo con salsa mole poblano (tortillas di grano duro ripieni di pollo ricoperte con la salsa di mole)

CONTORNI:

arroz a la mexicana:riso alla messicana

rajas con cebolla y tocino (mix di peperoni saltati con cipolle e un tocco di pancetta)

Guacamole

DESSERT “POSTRE”:

bevanda tradizionale di questo periodo “ponche”(bevanda calda fatta con diverse frutta di stagione e stecche di cannella e un pizzico di rum.

buñuelos (dolci tipici di natale cialde di grano duro, avvolte nello zucchero e cannella.

€ 30 A PERSONA “BEVANDE ESCLUSE”

MUSICA DI MARIACHI DAL VIVO!

Leggi tutto

Siamo sempre aperti