320 84 38 603 info@puertomexico.it

Ristorante messicano

Il blog del ristorante messicano Puerto Mexico a Roma

  • Mole poblano
  • Mole poblano con riso

Posted in Ricette della cucina messicana, on 27 ottobre 2015, by , 0 Comments

Il Ristorante messicano Puerto Mexico oggi presenta una ricetta tipica della cucina messicana, il “mole poblano”.

Nella cucina messicana la parola “mole” indica in generale una salsa densa a base di peperoni, frutta secca, spezie e cioccolato in cui viene cotta della carne. Come è ovvio ci sono tante varianti di questa salsa, quella presentata da questa ricetta, il “mole poblano” deve il suo nome alla città di Puebla da cui proviene.

Non preoccupatevi a sentire che ci sono i peperoni la salsa non è assolutamente piccante, ed anche il cioccolato e la frutta secca non la rendono dolce ma solo densa, cremosa e profumatissima. Puerto Mexico vi serve questo mole poblano con il tacchino accompagnandolo con riso in bianco o quinoa.

Ingredienti del mole poblano

(dosi per 4 persone)

Per il tacchino: 1 petto di tacchino da 1 kg circa; 1 spicchio d’aglio; 1 cipolla piccola; olio extravergine-sale.

Per la salsa “mole poblano”: 2 cucchiai di olio extravergine; 2 peperoni verdi piccanti; 3 peperoncini rossi piccanti (freschi o essicati) 400 g salsa di pomodoro; 2 spicchi d’aglio; 75 g di mandorle sgusciate; 40 g di arachidi sgusciate; 2 chiodi di garofano; qualche grano di pepe nero; mezzo cucchiaino di coriandolo; 1 pizzico di cannella; 50 g di cioccolato fondente; 2 cucchiai di zucchero; brodo di tacchino o di altro tipo di carne; sale.

Preparazione del mole poblano

Scaldate il forno a 180°C. In una pentola, scaldate un filo d’olio e fate rosolare il tacchino su tutti i lati insieme all’aglio, alla cipolla affettata grossolanamente. Una volta che il petto sarà rosolato a dovere, trasferitelo in forno coprendo fino a metà con del brodo di carne. Lasciate cuocere circa un’ora, rigirando di tanto in tanto e aggiungendo del brodo se necessario.

Pulite i peperoni e i peperoncini, eliminando i semi, e fateli rosolare per qualche minuto in poco olio, poi eliminate la pellicola esterna bruciacchiata e metteteli in acqua bollente, dove dovranno rimanere a riposare per 2 ore (nel caso utilizziate quelli essicati, metteteli a bagno in acqua tiepida per 30 minuti, prima di cuocerli). Scolateli, frullateli e metteteli in una capace terrina.

Tritate cipolla e aglio e fatelo rosolare nella padella dove avete fatto rosolare i peperoni.
Versate nel frullatore il soffritto di aglio e cipolla, aggiungete un paio di cucchiaiate del brodo di tacchino, frullate per un minuto, quindi versate tutto in una terrina.

Tostate le mandorle in un tegamino, le arachidi, i chiodi di garofano, i grani di pepe, la cannella e la salsa di pomodoro cuocete per cinque o sei minuti, poi versate tutto nel frullatore, mixate bene e poi versate il contenuto nella stessa terrina del precedente composto.

In un tegame fate scaldare un filo d’olio, versate il composto ottenuto e unite poi il cioccolato, lo zucchero, salate, pepate, e dopo quattro o cinque minuti versate nella casseruola 1/2 litro (circa) del brodo di carne. Abbassate la fiamma e fate cuocere per mezz’ora (se vi sembra che la salsa diventi troppo densa aggiungete ancora brodo prima di spegnere). A fuoco spento, lasciate riposare il “mole poblano” per almeno due ore. Passato questo periodo, mettete i pezzi di tacchino nella casseruola del “mole”, rimestate e fate cuocere per dieci minuti.

Potete servire il mole poblano con del riso bianco e dei semi di sesamo tostati.